Allergia cutanea La dermatite da contatto e allergica è una fastidiosa patologia cutanea di tipo infiammatorio, causata dalla reazione all'azione "irritativa" di un allergene presente in qualche sostanza che entra direttamente o indirettamente in contatto con la nostra pelle.

 

A provocare questa forma allergica possono essere sostanze di ogni genere, dai profumi ai metalli (un caso per tutti: il nichel), dai composti chimici presenti in alcuni detergenti e cosmetici agli alimenti.

Di seguito una serie di manifestazioni cutanee che possono farci legittimamente sospettare di essere affetti da una forma di dermatite da contatto:

  • Formazione di ulcerazioni e fessurazioni sulla pelle, come piccole ragadi

  • Formazione di bolle e vescicole

  • Pelle arrossata e secca

  • Desquamazione

  • Senso di prurito e bruciore

 

Il tutto in alcune aree della cute che entrano in diretto contatto con la sostanza irritante. Questo tipo di dermatite è dovuta ai nostri anticorpi, le immunoglobuline, che identificando una molecola come nociva, scatenano la reazione allergica. Le aree del corpo più soggette a sviluppare dermatite da contatto sono le mani, le orecchie, la zona dell'ombelico e dell'addome, il cuoio capelluto. Tra le sostanze che più facilmente scatenano allergie abbiamo il nichel, un metallo presente anche in molti alimenti, oltre che in cosmetici, gioielli di bigiotteria, cinture eccetera. Detersivi, profumi, shampoo e prodotti per il make up sono ugualmente responsabili di molti casi di dermatite da contatto, ma meno di frequente la reazione allergica può essere provocata anche dalla plastica, dal lattice (come quello dei preservativi, ad esempio), dai coloranti usati in abbigliamento, e da alcuni tessuti sintetici. In casi come questi l'unica soluzione è eliminare l'allergene, una volta che si sia individuato con precisione, e per fare questo è necessario rivolgersi ad un Allergologo.

 

La dermatite da contatto non è, però, l'unica forma di dermatite allergica. Riconoscere quest'ultima è meno semplice, perché in questo caso la sostanza che provoca l'allergia può essere entrata in contatto con il nostro organismo non attraverso la pelle. Intanto, vediamo i sintomi della dermatite o eczema allergico per riconoscerla:

  • Formazione di bollicine rosse come quelle dell'orticaria

  • Gonfiore e arrossamento

  • Prurito

 

Quali possono essere le cause? Un alimento a cui siamo allergici (anche senza saperlo), un farmaco, la puntura di un insetto, un avvelenamento da sostanze chimiche tossiche, pollini dell'aria. Anche in questo caso, se la reazione allergica è acuta bisogna agire di pronto intervento, perché potrebbe trattarsi anche di shock anafilattico, ma anche se così non fosse, è bene indagare l'origine dell'allergia attraverso opportuni test allergologici in modo da risolvere il problema alla radice.

Orticaria e Angioedema

 

  • L’orticaria si manifesta con segni in rilievo, arrossati e pruriginosi (simili a piaghe oppure a rigonfiamenti) di dimensioni diverse, che sembrano apparire e scomparire sulla pelle.

  • L’angioedema, una forma di gonfiore, provoca invece la comparsa di segni cutanei molto estesi e profondi, nella zona degli occhi e delle labbra.

Nella maggior parte dei casi, l’orticaria e l’angioedema non sono di norma pericolosi e non lasciano alcun segno definitivo, anche se non vengono curati. La terapia più comune per l’orticaria e l’angioedema sono i farmaci antistaminici. I casi gravi di angioedema invece possono mettere in pericolo la vita del paziente: il gonfiore può far sì che la gola o la lingua si gonfino e ostruiscano il flusso dell’aria, causando la perdita di conoscenza. Potreste essere più soggetti all’orticaria o all’angioedema se:

  • Avete sofferto già in precedenza di orticaria o di angioedema.

  • Avete già avuto altre reazioni allergiche.

  • Avete una malattia collegata all’orticaria e all’angioedema, come il lupus, un linfoma o una malattia della tiroide.

  • Avete precedenti famigliari di orticaria, angioedema o angioedema ereditario.

Cause
L’orticaria e l’angioedema sono provocati da un’infiammazione della pelle, in solitamente a causa del rilascio di istamina ad opera di specifiche cellule delll’organismo (mastociti). Possono essere provocati anche da reazioni allergiche a:

  • Alimenti. Gli alimenti che possono causare problemi alle persone più sensibili sono molti, ma spesso il disturbo va imputato ai molluschi, al pesce, alla frutta a guscio, alle uova, alla cioccolata e al latte. Tra gli altri allergeni potenziali troviamo gli additivi alimentari, come ad esempio i salicilati e i solfiti.

  • Farmaci. Potenzialmente tutti i farmaci possono causare l’orticaria o l’angioedema, ma tra gli imputati più comuni troviamo: la penicillina, l’aspirina, l’ibuprofene (Moment, Antalgil, Brufen ed altri) e i farmaci per tenere sotto controllo la pressione sanguigna.

  • Altri allergeni. Tra gli altri fattori che possono scatenare l’orticaria e l’angioedema troviamo il polline, la forfora degli animali, il lattice e le punture d’insetto.

  • Fattori fisici. Certi fattori ambientali sono in grado di provocare il rilascio di istamina, e quindi l’orticaria o l’angioedema, in alcune persone. Tra di essi vanno annoverati il caldo, il freddo, la luce solare, il contatto con l’acqua, la pressione sulla pelle, lo stress e l’esercizio fisico.

  • Dermatografia. Il nome di questo disturbo significa letteralmente scrittura sulla pelle. Quando si preme sulla pelle oppure la si graffia, nella zona appaiono linee in rilievo causate dall’angioedema di origine istaminica che provoca il gonfiore sottocutaneo.

 

Oltre a questi fattori scatenanti queste reazioni allergiche possono verificarsi come risposta alla produzione di anticorpi da parte dell’organismo; possono scatenarsi per via delle trasfusioni di sangue, per malattie del sistema immunitario, come il lupus o un tumore, per alcune malattie della tiroide, per le infezioni (come l’epatite) o persino per un banale raffreddore.

L’angioedema ereditario è una forma ereditaria di angioedema, collegata a livelli bassi o a funzionamento anormale di alcune proteine del sangue (C1-inibitori). Questi inibitori sono importanti per la regolazione del funzionamento del sistema immunitario. Sintomi Orticaria Tra i segnali e i sintomi della presenza dell’orticaria troviamo:

  • Prurito, che in alcuni casi può essere molto forte.

  • Segni sulla pelle (piaghe o rigonfiamenti che prendono il nome di pomfi) in rilievo, rossi o biancastri, di varie dimensioni.

  • Una singola macchia o un gruppo di macchie che può coprire zone estese di pelle.

  • Scomparsa delle macchie proprio mentre ne appaiono di nuove: sembra che il disturbo si sposti.

  • Sensazione di bruciore o di punture come di ortica nella zona colpita.

 

L’orticaria può essere acuta oppure cronica. Per definizione, l’orticaria acuta può durare da meno di ventiquattro ore fino a sei settimane, mentre l’orticaria cronica dura più di sei settimane (a volte un singolo episodio si può protrarre per mesi o per anni).

 

Angioedema

 

L’angioedema è simile all’orticaria, ma si verifica in zone più profonde della pelle. Tra i segnali e i sintomi dell’angioedema troviamo:

  • Segni estesi, spessi e stabili sulla pelle.

  • Gonfiore della pelle.

  • Vesciche (bolle) nelle zone in cui il gonfiore è più forte.

  • Dolore o sensazione di calore nelle zone colpite.

  • Nei casi più gravi, difficoltà respiratorie o di deglutizione.

 

L’angioedema spesso compare vicino agli occhi o alle labbra, ma può anche svilupparsi sulle mani, sui piedi, sui genitali o all’interno della gola.

 

L’angioedema e l’orticaria possono verificarsi in momenti diversi, oppure contemporaneamente.

L’angioedema ereditario è una malattia più grave (ma più rara) che può provocare un gonfiore improvviso, forte e rapido del volto, delle braccia, delle gambe, delle mani e dei piedi, dei genitali, delle vie digerenti e respiratorie. Tra i segnali e i sintomi dell’angioedema ereditario troviamo:

  • Gonfiore improvviso, forte e rapido del volto, delle braccia, delle gambe, delle mani e dei piedi, dei genitali, delle vie digerenti e respiratorie.

  • Dolori addominali provocati dal gonfiore degli organi dell’apparato digerente.

  • Difficoltà o ostruzione respiratoria provocata dal gonfiore delle vie respiratorie.

 

Diagnosi

Probabilmente per la prima visita vi recherete dal medico di famiglia oppure da un medico che vi conosce bene tuttavia, quando prenotate una visita, in alcuni casi potreste essere indirizzati subito da uno specialista che conosce bene le malattie della pelle (un dermatologo).

 

Le visite possono essere piuttosto brevi e spesso ci sono tante cose da dire e da fare, quindi può essere utile prepararsi in anticipo. Ecco alcuni consigli che vi aiuteranno a prepararvi per la vostra visita e faranno luce sulle domande del medico e sulle eventuali terapie consigliate.

 

Prevenzione

Per diminuire le probabilità che l’orticaria o l’angioedema si ripresentino, prendete queste precauzioni:

  • Evitate i fattori scatenanti. Tra di essi potrebbero esserci determinati alimenti o farmaci, oppure certe situazioni, come le temperature estreme, che già hanno scatenato reazioni allergiche in passato.

  • Tenete un diario. Se sospettate che la causa del problema siano gli alimenti, tenete nota di ciò che mangiate. Fate attenzione: gli ingredienti di alcuni alimenti potrebbero essere elencati sull’etichetta con un nome poco comune.

 

Quando chiamare il medico

L’orticaria e l’angioedema lieve di solito non sono mortali, nella maggior parte dei casi è possibile curare gli episodi lievi senza ricovero in ospedale. Chiamate il medico se l’orticaria o l’angioedema non rispondono alla terapia o se i sintomi continuano per più di due giorni. Recatevi immediatamente al pronto soccorso se:

  • Avete le vertigini.

  • Avete problemi a respirare.

  • Vi sentite la gola gonfia.