Verdure

UMBRILLIFERE: sedano, finocchio, carota, prezzemolo, anice

SEDANO : è l’alimento di questa famiglia che con maggior frequenza è interessato nelle allergie alimentari, specialmente degli adulti. Gli allergeni maggiori del sedano (Apiuru graveolens) sembrano essere l’Api g 1, una glicoproteina di 17 kD appartenente al gruppo PRP (Pathogenesis-Related-Protein) espresse dai vegetali in condizioni di stress, altamente cross reattive, e l’Api g 2. E’ frequente la cross-reattività del sedano con polline ed altri alimenti vegetali. Sono state descritte sindrome orale allergica, disturbi a carico del canale digerente, riniti e/o asma, sindrome orticaria-angioedema e perfino Shock anafilattico in pazienti pollinosici con accertata ipersensibilità alle compositein seguito all’assunzione di sedano. È possibile una cross-reattività tra il sedano e altri vegetali della stessa famiglia (soprattutto con il FINOCCHIO).

CAROTA : gli allergeni della carota sono termolabili e cross-reagiscono con allergeni del sedano e dell’anice.

Sintomi: sono stati riportati alcuni casi di sindrome orticaria-angioedema dopo assunzione di carota cruda.

PREZZEMOLO : largamente diffuso in Italia ed in altri paesi europei con clima temperato. E’ utilizzato come erba aromatica nella preparazione di numerosissimi piatti. Presenta una frequente reattività crociata con i pollini di Betulacee.

AMARILLIDACEE: aglio, cipolla, erba cipollina

AGLIO : sono stati descritti casi di allergopatie respiratorie IgE mediate in addetti alla produzione commerciale di polvere di aglio. La positività è stata documentata mediante test cutanei, sierologici e di provocazione specifica. Cross-reagisce con cipolla ed erba cipollina appartenenti alla stessa famiglia delle Liliacee.

Verdure

UMBRILLIFERE: sedano, finocchio, carota, prezzemolo, anice

SEDANO : è l’alimento di questa famiglia che con maggior frequenza è interessato nelle allergie alimentari, specialmente degli adulti. Gli allergeni maggiori del sedano (Apiuru graveolens) sembrano essere l’Api g 1, una glicoproteina di 17 kD appartenente al gruppo PRP (Pathogenesis-Related-Protein) espresse dai vegetali in condizioni di stress, altamente cross reattive, e l’Api g 2. E’ frequente la cross-reattività del sedano con polline ed altri alimenti vegetali. Sono state descritte sindrome orale allergica, disturbi a carico del canale digerente, riniti e/o asma, sindrome orticaria-angioedema e perfino Shock anafilattico in pazienti pollinosici con accertata ipersensibilità alle compositein seguito all’assunzione di sedano. È possibile una cross-reattività tra il sedano e altri vegetali della stessa famiglia (soprattutto con il FINOCCHIO).

CAROTA : gli allergeni della carota sono termolabili e cross-reagiscono con allergeni del sedano e dell’anice.

Sintomi: sono stati riportati alcuni casi di sindrome orticaria-angioedema dopo assunzione di carota cruda.

PREZZEMOLO : largamente diffuso in Italia ed in altri paesi europei con clima temperato. E’ utilizzato come erba aromatica nella preparazione di numerosissimi piatti. Presenta una frequente reattività crociata con i pollini di Betulacee.

AMARILLIDACEE: aglio, cipolla, erba cipollina

AGLIO : sono stati descritti casi di allergopatie respiratorie IgE mediate in addetti alla produzione commerciale di polvere di aglio. La positività è stata documentata mediante test cutanei, sierologici e di provocazione specifica. Cross-reagisce con cipolla ed erba cipollina appartenenti alla stessa famiglia delle Liliacee.